27 Lug
balli di gruppo

Balli di gruppo: i benefici per la salute e la socialità

L’estate entra nel vivo e cresce la voglia di divertirsi e rilassarsi, al mare, in compagnia di un gruppo di amici, in spiaggia o nei locali. Ogni posto è buono per divertirsi a suon di buona musica con i balli di gruppo. Tormentoni intramontabili, nuove canzoni dell’estate, suoni caraibici o sudamericani.

Ce n’è per tutti i gusti, l’importante è scendere in pista con un gruppo disposto a divertirsi e a ballare buona musica, tutti insieme, in maniera coordinata, seguendo lo stesso ritmo con gli stessi passi e lo stesso movimento.

Non sempre capita di trovare un gruppo omogeneo e coordinato, ma l’importante è danzare con i balli di gruppo divertendosi a suon di musica. Macarena, balli caraibici o latino-americani, samba, cha-cha-cha, passo doble e jive e si potrebbe continuare con tanti altri balli che accendono l’estate e la voglia di divertimento di tantissimi appassionati del ballo che dopo continue lezioni e ore di prove per imparare i passi e i movimenti giusti si lanciano in pista e danno vita a meravigliosi balli di gruppo.

Per imparare a ballare i balli di gruppo esistono tantissime scuole di ballo dove è possibile iscriversi in maniera facile e veloce e iniziare subito ad imparare a ballare divertendosi e facendo tanto movimento, con un conseguente beneficio per il corpo e per la mente. Tanti si scrivono in palestra per bruciare grassi e calorie, ma non tutti sanno i benefici che una scuola di ballo può portare sotto questo punto di vista.

Ballare aiuta a bruciare i grassi, a muoversi e ad attivare tutti i muscoli del corpo creando una serie di benefici, dall’esercizio fisico e aerobico al benessere psicologico e mentale.

Balli singoli o balli di coppia aumentano l’autostima e la voglia di mettersi in gioco, di divertirsi e di sentirsi gioiosi e più allegri, lasciandosi coinvolgere dalla musica, facendosi trascinare dalle suadenti note sudamericane o dai ritmi africani, ognuno con movimenti, gestualità e sentimenti veri e propri che vengono trasmessi dalla musica e assimilati dai ballerini in maniera naturale e spensierata con un divertimento che coinvolge tutti regalando vitalità e dinamismo.

I balli di gruppo possono essere di coppia o anche singoli, quindi non sempre è detto che bisogna presentarsi in coppia o in compagnia. Può bastare un singolo elemento appassionato di musica e con la voglia di divertirsi insieme a tanti altri potenziali ballerini pronti a lanciarsi in pista e ad imparare a danzare i balli più in voga del momento.

Le scuole di ballo sono tantissime, è possibile trovarle nelle palestre o in appositi istituti creati proprio per diffondere e promuovere la danza e il ballo. In rete si trovano tantissimi riferimenti di scuole e corsi di ballo, in particolare Fusolab è un sito molto interessante che propone tantissime attività e corsi di ogni genere e una serie di corsi per balli di gruppo ma anche di danza classica, danza moderna, danza del ventre e danza hip-hop e persino di danza popolare.

Ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età. Il ballo è passione, divertimento e gioia di vivere, una disciplina diffusa in tutto il mondo che abbina al movimento fisico il benessere mentale e psicofisico aiutando a vivere meglio.

04 Mag

Attività fisica fa bene al trading online

Fare ginnastica o attività fisica moderata farebbe bene sia ai datori di lavoro, ai dipendenti e soprattutto agli aspiranti trader, visto che stimola la produttività e la motivazione.

Trading online e ginnastica, binomio vincente

Tutte le aziende italiane hanno capito l’antifona: per stimolare i lavoratori e aumentare la loro produttività, i dipendenti e gli stessi boss devono darsi una bella mossa, e la frase bisogna prenderla alla lettera. Sì, perché allestire una palestra nel posto di lavoro pare che produca dei ritorni immediati sotto forma di produttività e di fatturato, e anche chi lavora da casa, se ha la pazienza di allestire un angolo gym, potrà trarre i suoi benefici. Musica per le orecchie dei trader esperti e dei principianti, ma vale anche per chi non sa cosa sia il trading online o Forex e fa un lavoro cosiddetto normale. Non è solo questione di forma fisica e di bella presenza, lo dice la scienza: uno studio della Bristol University ha rilevato i dati di 200 dipendenti di tre società diverse. Quando questi si allenavano, aumentava la concentrazione, la puntualità e la produttività, e inoltre avevano molta più motivazione. E un’altra ricerca ha dimostrato risultati simili con 683 lavoratori, dimostrando quanto fossero produttivi dopo solamente 30 minuti di esercizio al giorno. Anche se, secondo l’American College of Sports Medicine bastano 10 minuti al giorno per affrontare la giornata in maniera positiva. Per concludere la parentesi scientifica, un recentissimo studio apparso sul Journal of Applied Psysiology, ha dimostrato come l’esercizio aumenti la connessione tra cellule celebrali e il numero di staminali, che darebbero vita a nuovi neuroni.

Esercizio fisico e alimentazione per lavorare bene

In Italia una delle massime esperte del rapporto tra produttività e attività fisica è Annamaria Crespi, ideatrice del Metodo WAL (Walk and Learn) che dimostra come movimento e apprendimento, se esercitati insieme, si rinforzino a vicenda. L’esperta sostiene che l’allenamento per chi  è libero professionista , trader o anche dipendente è senza dubbio a basso impatto, ovvero una camminata a ritmo regolare o 20 minuti di pedalata, esempi che calzano a pennello perché sono esercizi facili che possono essere effettuati nell’arco della giornata lavorativa. E inoltre, sarebbe sbagliato effettuarli la sera, dopo il lavoro o durante il fine settimana: meglio la mattina prima di lavorare o durante la pausa pranzo. Con le belle giornate e il caldo non eccessivo di questi giorni, si può anche approfittare per pranzare all’aria aperta e curando anche osa mettere nel piatto. Niente cibi pesanti o grassi, sì a verdura, frutta, riso (altamente digeribile e fonte di fibre se è la versione integrale) e una proteina a scelta come carne, pesce o legumi. Se le insalate non fanno al proprio caso, aiutano molto i frullati e le centrifughe di frutta e verdura, ottimo trucco per assumere elementi nutritivi, vitamine e minerali.

Ginnastica nel trading online

C’è da dire che le aziende italiane e gli imprenditori che hanno scelto di sposare la filosofia allenarsi e produrre si contano sulle dita di una mano. A parte qualche multinazionale americana, si confida su chi lavora da casa, magari un trader online professionista che può alternare quotazioni in tempo reale e l’aprire e il chiudere posizioni con una bella seduta di cyclette o tapis roulant.

24 Apr

Salute e bellezza con le alghe

Alghe, da pianta del mare considerata da noi umani un rifiuto quando si deposita nelle spiagge, a vero e proprio elisir di bellezza: utilizzate dalla cucina orientale per il loro alto valore nutritivo e ricche di proprietà, bisogna saperle scegliere per evitare effetti collaterali spiacevoli.

Sono molteplici i benefici che le alghe possono apportare al corpo umano, ma come al solito, il mondo occidentale ha snobbato per anni questi rimedi naturali orientali, forse per incrementare il commercio dei cosmetici cosiddetti industriali, a discapito di tutti i trucchi e i segreti che le nostre nonne conoscevano alla perfezione. Le alghe contengono moltissime vitamine, come per esempio la vitamina A, D, K e quelle del gruppo B. Inoltre, sono una eccellente fonte di sali minerali, come ferro, calcio, rame, zinco, sodio, magnesio, potassio, iodio e soprattutto fosforo. La presenza dello iodio è veramente fondamentale, visto che stimola il metabolismo e aiuta la prevenzione di disturbi alla tiroide, mentre il ferro e il calcio sono una manna per l’apparato osteoarticolare. Inoltre, sono ricchissime in proteine e fibre, oltre ad essere ipocaloriche. Infatti, possono diventare una risorsa utile per perdere peso e un cibo da non sottovalutare se si deve seguire una dieta dimagrante. Ovviamente, sarà il medico o il nutrizionista a dare il benestare o meno all’introduzione di questo alimento, sia per evitare effetti collaterali indesiderati, sia per non creare squilibrio nel regime alimentare imposto al paziente in questione.

Essendo un prodotto orientale, seguendo una logica del tutto particolare, molte persone si connettono a siti coreani o cinesi allo scopo di trovare l’alga favorita e, per chi se lo può permettere, pagano anche in Bitcoin o altre monete virtuali. E’ vero che il trading online e le piattaforme di compravendita criptovalute hanno raggiunto molti settori, tra cui l’estetica, il fitness e la bellezza del corpo e della mente, ma ci si deve sincerare della provenienza e della natura del prodotto piuttosto che pensare che sia una occasione perfetta per spendere la propria criptomoneta. Le alghe hanno proprietà depurative, tonificanti e antiossidanti grazie all’algina, ma come le piante terrestri, assorbono come spugne ogni sostanza, scorie comprese. Quindi, se si vuole tentare un’attività per arrotondare lo stipendio e destinare il guadagno alla cura di se stessi, si può approfondire come funziona la simulazione del trading online, con la raccomandazione di sincerarsi della provenienza del prodotto. Infatti, esistono diversi tipi di alghe commestibili capaci di far mantenere il peso forma , aiutare chi fa sport, stimolare il metabolismo ed eliminare i chili di troppo, bisogna imparare a distinguerle e come sono denominate.

Una semisconosciuta è l’alga arame, nome scientifico Eisenia Bicyclis. Stimola il metabolismo ed è adatta per gli sportivi, in quanto è ricca di vitamine e soprattutto ha grandi quantità di iodio. Ottima bollita come  contorno dal sapore delicato e dolce. Per i vegani, la micro alga Klamath  è perfetta. L’Aphanizomenon flos aquae cresce solo nel lago Klamath ed è ricca di vitamina B12, oltre ad eliminare la cellulite. Si può assumere come integratore, essiccata o fresca. L’alga Kombu è molto usata in cucina, perché stimola la circolazione sanguigna e rafforza il sistema immunitario, oltre a compiere una sorta di depurazione. E’ usata per condire pasta e riso. L’alga Nori, ovvero Porphira species, è un’alga rossa denominata anche lattuga di mare, ricca in proteine e Omega3. La cucina giapponese la utilizza nella preparazione dei maki, nelle zuppe o come condimento.  La spirulina è salita in auge grazie a integratori ad azione depurativa e disintossicante. L’Arthrospira platensis viene utilizzata come ingrediente del gomasio, l’insaporitore vegano a base di sale e semi di sesamo tostati. Infine, l’alga Undaria Pinnatifida, nota come Wakame, è bruna e ricca di proteine e vitamine. Utilizzata come integratore contro il grasso addominale, si è resa protagonista di ricette giapponesi come insalate o zuppe.

07 Apr
Affidarsi a un Personal Trainer

Dieci motivi per affidarsi a un Personal Trainer

Con una vita sempre più frenetica e un’alimentazione sregolata stanno aumentando sempre più le richieste di esperti nel settore del fitness, qualificati e flessibili.

Sono in tanti infatti a rendersi conto delle difficoltà che si incontrano a conciliare un’intesa attività lavorativa, una famiglia e il mantenimento di un fisico bello e in salute.

Vengono poi i disagi legati alle affollate sale pesi dove solo chi si allena da molti anni sembra non essere a disagio.

Fortunatamente in aiuto di queste persone ci sono i Personal Trainer, professionisti del fitness a 360° con competenze che vanno dalla metodologia dell’allenamento, all’anatomia, alla fisiologia e a tutte quelle materie che riguardano il corpo umano e il benessere.

Scopriamo i principali vantaggi che si possono ottenere affidandosi a un allenatore personale.

Personalizzazione dell’allenamento

Sicuramente il primo vantaggio è la personalizzazione dei programmi di allenamento e degli esercizi.

Le schede che vengono fornite in palestra sono parzialmente personalizzabili, è cioè possibile scegliere che tipo di attività si intende fare, se per il dimagrimento o l’aumento della massa, e quali muscoli ci interessa sviluppare maggiormente, ma l’istruttore di sala pesi non ha i mezzi e il tempo per preparare una scheda di allenamento realmente personalizzata.

Su internet invece si possono reperire schede molto generiche che si basano su principi superficiali e universali che non prestano assolutamente attenzione alle differenze anatomiche di ogni individuo e agli obbiettivi personali che lo spingono ad andare in palestra.

La scheda invece non può essere improvvisata o generalizzata.

Lo scopo del Personal Trainer è quello di curare ogni aspetto relativo all’allenamento del cliente: caratteristiche fisiche, fisiologia, propensione a determinati esercizi e disponibilità all’allenamento.

Solo un lavoro dedicato e accurato è in grado di considerare nel complesso questi aspetti.

Protezione dagli infortuni

Uno dei problemi maggiori legati allo sport sono proprio gli infortuni che vanno a colpire tutti gli atleti, dai neofiti fino ai professionisti.

La causa, specialmente tra chi è alle prime armi, è quasi sempre la mancata conoscenza dell’esercizio e di alcune buone norme di fisiologia del corpo umano riguardo a tempi e modalità di allenamento.

Avere al proprio fianco un professionista del fitness permette di evitare rischi di lesioni.

Esercizi svolti nel modo sbagliato infatti possono portare a danni immediati come crampi, strappi muscolari, fratture, distorsioni, lussazioni ed infiammazioni.

Se invece l’errore si protrae a lungo si possono avere patologie più serie quali condropatie o sindromi da stress a lungo termine.

Il professionista, infine, non previene solamente i danni legati all’attività meccanica dell’esercizio ma è preparato ad intervenire nelle patologie che possono colpire una persona durante attività ad alta frequenza cardiaca.

Risultati veloci

Tutti andando in palestra pretendono un risultato evidente in termini di aspetto fisico che spinge a frequentare le sale pesi molto più della volontà di restare in salute o di prepararsi ad una competizione.

Da chi vuole dimagrire a chi ha bisogno di mettere massa muscolare su un corpo scheletrico, ognuno vuole migliorare la percezione di sé ne minor tempo possibile.

Sono proprio i tempi una delle cause di abbandono che spingono, dopo mesi senza risultati, a cedere. In molti casi dunque i risultati sono talmente scarsi e lenti da convincere che l’allenamento sia inutile o quel tipo di sport non sia adatto a sé.

La realtà consiste solo nella variabilità dei risultati di chi si allena senza una guida professionale. Se qualcuno ottiene il tanto sognato fisico scultoreo, la maggior parte dopo mesi di ginnastica non nota la differenza.

Qualche piccolo successo periodicamente inoltre riesce a tenere alto il morale e la motivazione con effetti molto positivi.

I risultati con un personal trainer invece sono garantiti e rapidi, affidarsi a un PT è sicuramente il modo più veloce per trasformare il proprio fisico e mantenere la motivazione grazie a risultati tangibili.

Comodità nell’allenarsi a casa

Per chi ama allenarsi a casa un Personal Trainer a domicilio che porta con sé gli attrezzi consente di svolgere un allenamento ottimale anche da casa.

Non tutti, specialmente nelle grandi città, dispongono di un mezzo di trasporto proprio o sono disposti a spostarsi tra traffico e disagi.

Niente disagi per gli spostamenti, niente perdite di tempo, niente abbonamenti in palestra, scegliere di allenarsi con un allenatore privato a casa è la soluzione più confortevole in assoluto.

Ottimizzazione dei tempi

Conciliare lavoro e vita di famiglia spesso non è facile, se a questo si aggiunge il bisogno di allenarsi si crea un vero e proprio problema.

Il risultato in genere si trasforma nella rinuncia al fitness che passa in secondo piano rispetto a carriera e figli.

Allenarsi con un Trainer garantisce al cliente l’ottimizzazione dei tempi che nessun corso fitness o programma di allenamento generico potrà mai fornire.

Mantenimento della motivazione

Perdere la motivazione in palestra è inevitabile, non solo per la mancanza di risultati. I fattori che possono minare la motivazione ad allenarsi sono moltissimi e tutti legati alla vita quotidiana.

La funzione motivazionale è dunque essenziale nell’allenatore che deve saper trasformare la giornata più buia e improduttiva in una performance sportiva ottimale.

Costanza e impegno sono la chiave per raggiungere i traguardi che si pongono prima di iniziare un percorso di allenamento, un personal trainer l’unico modo per alimentarli.

Garanzie di successo

La paura di fallire nel miglioramento del proprio fisico è tipica di chi è alle prime armi con l’allenamento o ha avuto esperienze negative in passato.

Quello che si cerca tra gli amatori sono infatti garanzie di successo e di raggiungimento degli obiettivi per non sprecare tempo e denaro in attività che non portano a niente.

Garantire qualcosa non è facile nel campo del wellness, specialmente per una palestra che più di una scheda una volta al mese o un planning di corsi fitness non può fare per i propri iscritti.

Frequentarne una infatti equivale ad essere consapevoli che il risultato dipende da sé stessi, dalla propria costanza e dalle proprie conoscenze in campo atletico.

Il fallimento diventa così per molti una possibilità concreta che si trasforma in una sfiducia nelle palestre e negli istruttori di fitness.

Chi sceglie un Personal Trainer instaura però un rapporto tale che la responsabilità o il merito ricadano su di lui: ecco che se i risultati dovessero tardare ad arrivare sarebbe l’allenatore a dover rendere nota al cliente di motivazioni e soluzioni al problema.

Possibilità di scelta

Di Personal Trainer ce ne sono tanti, soprattutto sul web. Facendo una ricerca è possibile trovare un professionista sulla base dei propri obiettivi e necessità.

Ci sono anche piattaforme online che forniscono Personal Trainer nelle città italiane, certificati e assicurati, attraverso le quali è possibile indicare le proprie preferenze (obiettivi, città, orari, preferenze) ed avere la garanzia di essere affidati a un professionista certificato e in regola.

Difatti sul web la scelta è ampia ma non c’è controllo, per cui occorre valutare e scegliere in base a fattori chiave quali il percorso di studi, la competenza e l’esperienza.

La laurea in scienze motorie è una buona garanzia, nonostante il CONI certifichi altri tipi di formazione validi a livello lavorativo.

Meglio se a questa si aggiungono ulteriori corsi in medicina sportiva, functional training o preparazione atletica.

L’esperienza vuole la sua parte ed essere stato nell’ambiente per molti anni è un punto a favore. Aver seguito molti atleti regala sicuramente un bagaglio culturale e una casistica che fanno la differenza con clienti difficili.

Anche le recensioni possono aiutare in una scelta.

Affidarsi a un sito web che garantisce questi standard può evitare un’assunzione sbagliata.

Allenarsi divertendosi

Il Personal Trainer, attraverso allenamenti sempre vari e stimolanti, fa sì che la seduta di allenamento non sia noiosa anzi risulti divertente, per far vivere al cliente un’esperienza piacevole legata al movimento e creare i presupposti per fare in modo che diventi abitudine e l’abitudine migliori lo stile di vita del cliente.

Migliorare la qualità della vita

E’ proprio questo l’obiettivo più importante che un Personal Trainer si pone: migliore la qualità della vita dei propri clienti. Egli può riuscirci solo educandoli a uno stile di vita basato su esercizio fisico e correte abitudini, sia alimentari che relative a tutti gli aspetti legati al benessere psicofisico.

Quando il cliente diventa autonomo e svolge attività fisica piacevolmente, conoscendo le regole e gli esercizi, senza sacrificio, il Personal Trainer ha raggiunto il suo obiettivo!

01 Mar
scarpe comode

Scarpe comode, come devono essere e perché

Tutti sappiamo, in fondo in fondo, che camminare bene, con delle scarpe comode, è fondamentale per il nostro benessere e la nostra salute. Molti però fanno finta di niente e continuano a “maltrattare” i loro piedi, pensando che tanto, una volta tornati a casa, basterà indossare delle ciabatte e stare comodi per tutto il resto della giornata per recuperare. In realtà non è proprio così. Il nostro piede risente moltissimo di una costrizione o di un tacco eccessivamente alto o basso, e il problema è ancora più grave per quelle persone che, magari per motivi di lavoro, trascorrono molte ore in piedi.

Scarpe comode, perché sono importanti

Oggigiorno, sempre più, tendiamo a seguire le nuove mode e a ignorare quello che invece è il benessere del nostro piede. La scarpa serve per camminare, e questo dovremmo sempre tenerlo a mente quando andiamo a sceglierne un nuovo paio, soprattutto le donne, quando acquistano scarpe eleganti da sera, tendono a mettere da parte il benessere e il comfort prediligendo una scarpa appariscente, esteticamente bella, con un tacco esagerato. Ma alla lunga questo atteggiamento nuoce alla nostra salute.

L’appoggio del piede è fondamentale, se destabilizziamo l’andatura con un tacco troppo alto o con una scarpa troppo stretta o troppo rigida, si ripercuoterà su tutto il resto del corpo. La postura, infatti, viene compromessa e possono iniziare a manifestasi diversi disagi tra cui dolori articolari, mal di schiena frequenti, perfino mal di testa e disturbi nella masticazione, tutti sintomi che non andrebbero mai sottovalutati.

Come devono essere le scarpe comode

scarpe scomodeSe dovessimo scegliere delle scarpe solo in base alla loro comodità e all’impatto sulla nostra salute, dovremmo per prima cosa cercare delle scarpe di qualità. Devono quindi essere realizzate con dei materiali buoni, dovrebbero essere di buona fattura e che siano non troppo morbide, ma nemmeno rigide. Il plantare, in particolar modo, deve essere morbido e anatomico, deve ammortizzare il contatto col suolo correttamente. Per quanto riguarda il tacco, come detto, scarpe troppo basse o troppo alte non vano bene allo stesso modo. Il tacco ideale è tra i 2-4 cm massimo.

Importante è anche il materiale con cui le scarpe vengono realizzate, si dovrebbe sempre cercare di acquistare scarpe con materiali traspiranti.

Comode ma brutte?

E allora si deve rinunciare all’estetica e scegliere delle scarpe che siano sì comode ma brutte? Assolutamente no, oggi per fortuna si può trovare un buon compromesso e trovare delle scarpe che siano allo stesso tempo comode e che abbiano anche un’ottima funzionalità, che siano quindi confortevoli e adatte al proprio piede senza però perdere quel tocco fashion che comunque non guasta.

 

10 Ago

Vitamina D: La sua importanza nel Bodybuilding

La Vitamina D, nota anche con il nome di colecalciferolo, svolge nel nostro organismo funzioni importantissime. In molti conoscono l’importanza di questo elemento per quanto riguarda la mineralizzazione del tessuto osseo e dei denti, però la vitamina D ha anche molti altri compiti utili al corretto funzionamento dell’organismo umano.

Perché La Vitamina D È Importante?

Prima di soffermarci all’ambito allenamento, ecco di seguito ecco una sintetica carrellata delle principali funzioni:

  • Come abbiamo già visto è indispensabile per la corretta mineralizzazione di ossa e denti
  • Regola l’assorbimento del calcio a livello intestinale
  • La vitamina D è essenziale per la salute dei capelli e una sua carenza può provocare pesanti effluvi (o cadute)
  • Interviene nel corretto funzionamento del sistema immunitario

Ma perché è utile nell’allenamento?

Le motivazioni che vedono la vitamina D utile a questo scopo sono sostanzialmente 2 e riguardano da un lato la già citata importanza nell’assorbimento del calcio che è indispensabile per una ottimale contrazione muscolare.

Inoltre diversi studi hanno dimostrato come la vitamina D riesca ad incrementare il livello di testosterone prodotto dall’organismo, e sappiamo quale sia l’importanza di tale ormone soprattutto negli sport di forza.

Non è difficile imbattersi in medici che, per la sua modalità d’azione, considerano il colecalciferolo più simile a un ormone che ad una classica vitamina.

Quali alimenti contengono la Vitamina D?

Generalmente assumiamo il nostro fabbisogno giornaliero di vitamine tramite la normale alimentazione e i cibi in cui è possibile trovare vitamina D sono sostanzialmente pesci grassi, uova, latte e formaggi e alcune varietà di funghi.

La quantità contenuta in tali alimenti però è decisamente scarsa ma fortunatamente il nostro corpo è in grado di produrre autonomamente la vitamina D tramite la semplice esposizione al sole.

Basta infatti davvero poco tempo e ad esempio una singola esposizione di 30 minuti in estate può produrre una quantità notevole di vitamina D.

Qualora però non fosse possibile nemmeno stare al sole (ad esempio se si vive a latitudini elevate) è comunque possibile trovare in commercio numerosi integratori di vitamina D.

Sintomi da Carenza

Nel malaugurato caso in cui si avessero livelli troppo bassi di vitamina D, potrebbero manifestarsi problemi a livello osseo che possono portare anche al rachitismo per bambini, mentre in caso di adulti e anziani ci saranno per lo più problemi di densità ossea come ad esempio l’osteoporosi.

Come accennato sopra è possibile accusare problemi di caduta dei capelli.

07 Ago

Collagena Lumiskin: la soluzione definitiva contro le rughe

La pigmentazione della pelle e le rughe sono 2 dei problemi più diffusi legati all’invecchiamento della donna. Si tratta di problemi spesso fastidiosi che possono sfociare, in alcuni casi, in disturbi di carattere psicologico. Fortunatamente il settore della cosmetica ha fatyto degli enormi passi da giganti. Un caso esemplare è quello legato a Collagena Lumiskin, la crema naturale che sta rivoluzionando il settore.

Alla base di questo prodotto, però, non c’è nulla di davvero rivoluzionario. Si tratta, infatti, di una crema naturale che ha avuto il pregio di bilanciare correttamente la propria composizione trovando un equilibrio che permette di ottenere risultati concreti senza dover applicare sulla propria pelle prodotti con componenti chimiche.

Vediamo, nel dettaglio, cosa fa Collagena Lumiskin:

  • rallenta il processo d’invecchiamento e impedisce la formazione delle rughe
  • tende ad eliminare la pigmentazione e svolge un efficace ruolo di prevensione
  • svolge un’azione di miglioramento delle funzioni protettive della pelle
  • dona lucentezza e vigore alla pelle

Come abbiamo detto, Collagena Lumiskin è un prodotto 100% naturale e, infatti, non contiene nella maniera più assoluta parabeni, siliconi, oli minerali, tinture sintetiche e conservanti.  Attenzione a non sottovalutare questo aspetto perchè è fondamentale se si vuole preservare la salute della propria pelle. Va anche detto che, per scelta dell’azienda produttrice, questa crema anti rughe e pigmentazione non si può acquistare in farmacia o nelle sanitarie ma solo sul web. Questo permette anche di poter acquistare Collagena Lumiskin ad un prezzo ridotto rispetto al negozio.

Quali sono le cause della Pigmentazione e dell’invecchiamento della pelle?

Andiamo a vedere, adesso, quali sono le cause principali che possono determinare il fenomeno della pigmentazione e un eccessivo invecchiamento della pelle. Tra tutti segnaliamo:

  • Sbilanciamento ormonale: sicuramente è uno dei fattori determinanti perchè, in molti casi, non può essere controllato;
  • Infiammazione della pelle e post-acne: questa è una delle cause più comuni tra le donne;
  • Cambiamenti collegati all’età: quindi tutti quegli aspetti naturali che fanno riferimento al normale processo di invecchiamento della pelle;
  • Radiazione UV: come ben sappiamo le radiazioni di raggi ultravioletti provocano danni evidenti alla pelle, se non opportunamente protetta;

In conclusione possiamo dire che prevenire l’invecchiamento della pelle, la comparsa delle rughe e la pigmentazione, con prodotti naturali è una soluzione che, oggi, risulta essere alla portata di tutti e davvero efficace. Collagena Lumiskin ha il pregio di essere un prodotto molto interessante e, soprattutto, permette di intervenire sia una volta che il problema si è manifestato, quindi con applicazioni curative, che per rimandare la comparsa di questi disturbi, quindi con applicazioni preventive.

31 Lug
ginnastica in acqua

Ginnastica in acqua, perché la piscina fa bene

Ormai che il nuoto faccia bene lo sanno davvero tutti. Bambini appena nati vengono messi in acqua per sviluppare le loro capacità motorie, ma anche molti anziani trovano sollievo ad alcuni dolori articolari grazie ai movimenti che si fanno in piscina, ma soprattutto a fare ginnastica in acqua ci si rilassa, si ritrova il piacere di quello stato di protezione che si godeva all’interno del ventre materno.

Benefici per la tonicità muscolare

Il primo pensiero che viene in mente quando si parla di piscina è il gioco e il relax con tutta la famiglia, basta solo pensare alle immagini che si trovano nei negozi specializzati in vendita piscine o nei siti a tema: mamma, papà e figli felici in acqua, ma questo è davvero troppo riduttivo. Sono invece tantissimi i benefici soprattutto per chi ha necessità di perdere peso e 31, ma non può, magari per altre patologie o problematiche, fare altro tipo di attività. Questo è per esempio il caso delle persone fortemente obese o con delle disabilità motorie.

Benefici per il sistema cardiocircolatorio

Per il cuore non c’è miglior allenamento del nuoto. Chiaramente questo discorso vale per chi non ha particolari patologie cardiache, quindi prima di dedicarsi ad attività aerobiche in acqua, è bene sempre chiedere il parere del proprio medico curante. Se questi da il via libera allora si possono iniziare a eseguire una serie di allenamenti atti a migliorare la circolazione e a irrobustire il cuore. L’intensità degli allenamenti dovrebbe essere di circa un paio di volte alla settimana, se si è giovani e in ottima salute anche tre, almeno fino a quando non si sarà allenati a sufficienza per poter migliorare le proprie prestazioni.

Benefici per l’apparato respiratorio

Tra i vari benefici che si possono ricondurre alla pratica del nuoto, certamente vi sono quelli apportati all’apparato respiratorio. Il perché è semplice da capire, ovviamente perché allenandosi all’utilizzo di una corretta respirazione si riesce a migliorare non solo le capacità dei nostri polmoni, ma proprio anche la loro funzionalità ed efficienza. Ovviamente anche in questo caso non si dovrebbe soffrire di alcuna patologia in quanto alcune non consentono di stanziare troppo a lungo in acqua con prodotti chimici quali il cloro. Per esempio, nel caso in cui si soffra di grave ipertrofia adenoidea, è sconsigliato l’utilizzo della piscina con acqua clorata. In tal caso, se si fanno esercizi nella piscina di casa si può optare per sistemi di disinfezione alternativi.

Anche chi ha problemi quali dermatiti importanti o particolari allergie che si manifestano sulla cute dovrebbe prima fare una visita medica accurata per verificare la possibilità di sfruttare a pieno i benefici della piscina e dell’acqua senza dover patire poi fastidiose conseguenze.

Il nuoto in gravidanza

ginnastica in acquaOttimo il nuoto anche in gravidanza. In questo caso i benefici sono davvero tanti perché per prima cosa si da la possibilità alla gestante di rilassarsi e di non sentire il peso del pancione, soprattutto negli ultimi mesi, ma anche perché in acqua ci si rilassa, non per niente è anche un luogo ideale per il parto.

 

20 Lug
chili in eccesso

Eliminare i chili in eccesso, quando la salute e a rischio

Molti pensano che eliminare i chili in eccesso sia facile, basta seguire una  dieta, fare un po’ di movimento, e tutto si sistemerà. Falso. Ci vuole davvero tantissima buona volontà, ci vuole una dieta bilanciata, ci vuole un professionista che ci segua prima di incorrere in seri rischi per la nostra salute. Molti però si lasciano prendere dal desiderio di rimettersi in forma, magari per indossare un abito e fare una bella figura per un’occasione speciale, ma compromettendo la propria integrità fisica.

Quando la dieta è sbagliata

C’è chi si getta a capofitto in diete assurde, alcune totalmente sbilanciate fatte solo di proteine che devono assumere per diversi giorni, le cosiddette diete che mandano il corpo in chetosi, oppure che per giorni bevono solo tisane o mangiano un solo alimento. Famose le diete del minestrone, dell’ananas, del succo di frutta, insomma, sul web ce ne sono tantissime e sono una peggio dell’altra. Per perdere peso si deve seguire un programma, i deve avere forza di volontà e si deve, soprattutto, perdere peso con equilibrio, non tutto in una volta.

Quando la dieta è sbagliata, purtroppo, si finisce con l’avere problemi di salute. La dieta del fantino, per esempio, quella che manda l’organismo in chetosi, se protratta per più di tre giorni diventa davvero dannosa e si corre il rischio di avere gravi danni a diversi apparati. In più se la dieta è troppo drastica si finisce per perdere molto peso tutto in una volta, ma al minimo cedimento si riprendono tutti i chili persi, meglio qualcosa di più soft e graduale.

L’intervento chirurgico

Quando si devono perdere diversi chili, purtroppo, si finisce dal chirurgo. In un primo caso l’intervento è quello per diminuire l’ampiezza dello stomaco o per impiantare un bypass gastrico, in questo caso i risultati si incominceranno a vedere dopo qualche mese. Il secondo passaggio è quello di eliminare la pelle in eccesso una volta che si saranno persi i chili. Non si tratta certo di interventi facilissimi, sia l’uno che l’altro e che comportano comunque dei rischi. In caso ci si debba sottoporre a questo tipo di interventi è bene parlare senza remore con il proprio medico e chiedere quanti siano i reali rischi e quale sia la nostra capacità di affrontare questo percorso.

pelle di troppo

Purtroppo alcuni medici sottovalutano l’aspetto psicologico e non danno peso a quelle che possono essere le difficoltà post-intervento. Ci sono poi molti casi in cui, purtroppo, ci si è ritrovati ad avere un risultato che non era quello che ci si aspettava. Sebbene si tratti di casi che non costituiscono la routine, alcune volte accade, e in questi frangenti è bene sapere che si può ottenere un indennizzo, ovvero un risarcimento per i danni subiti, basta consultare siti come www.risarcimentifacili.com per sapere come muoversi.

Mantenere il peso perso

Quando si arriva al risultato, però, si deve cercare di mantenerlo e anche in questo caso può essere difficile. Infatti, soprattutto dal punto di vista psicologico, si può scivolare nuovamente nel vortice dell’alimentazione sbagliata, magari per una delusione affettiva ci si consola col cibo e in quel caso il baratro è assolutamente vicino. Ci vuole l’aiuto di un professionista, magari un trainer in palestra che sappia non solo farci fare il giusto allenamento per il mantenimento, ma che ci dia anche la carica per perseverare in questa direzione.