31 Lug
ginnastica in acqua

Ginnastica in acqua, perché la piscina fa bene

Ormai che il nuoto faccia bene lo sanno davvero tutti. Bambini appena nati vengono messi in acqua per sviluppare le loro capacità motorie, ma anche molti anziani trovano sollievo ad alcuni dolori articolari grazie ai movimenti che si fanno in piscina, ma soprattutto a fare ginnastica in acqua ci si rilassa, si ritrova il piacere di quello stato di protezione che si godeva all’interno del ventre materno.

Benefici per la tonicità muscolare

Il primo pensiero che viene in mente quando si parla di piscina è il gioco e il relax con tutta la famiglia, basta solo pensare alle immagini che si trovano nei negozi specializzati in vendita piscine o nei siti a tema: mamma, papà e figli felici in acqua, ma questo è davvero troppo riduttivo. Sono invece tantissimi i benefici soprattutto per chi ha necessità di perdere peso e 31, ma non può, magari per altre patologie o problematiche, fare altro tipo di attività. Questo è per esempio il caso delle persone fortemente obese o con delle disabilità motorie.

Benefici per il sistema cardiocircolatorio

Per il cuore non c’è miglior allenamento del nuoto. Chiaramente questo discorso vale per chi non ha particolari patologie cardiache, quindi prima di dedicarsi ad attività aerobiche in acqua, è bene sempre chiedere il parere del proprio medico curante. Se questi da il via libera allora si possono iniziare a eseguire una serie di allenamenti atti a migliorare la circolazione e a irrobustire il cuore. L’intensità degli allenamenti dovrebbe essere di circa un paio di volte alla settimana, se si è giovani e in ottima salute anche tre, almeno fino a quando non si sarà allenati a sufficienza per poter migliorare le proprie prestazioni.

Benefici per l’apparato respiratorio

Tra i vari benefici che si possono ricondurre alla pratica del nuoto, certamente vi sono quelli apportati all’apparato respiratorio. Il perché è semplice da capire, ovviamente perché allenandosi all’utilizzo di una corretta respirazione si riesce a migliorare non solo le capacità dei nostri polmoni, ma proprio anche la loro funzionalità ed efficienza. Ovviamente anche in questo caso non si dovrebbe soffrire di alcuna patologia in quanto alcune non consentono di stanziare troppo a lungo in acqua con prodotti chimici quali il cloro. Per esempio, nel caso in cui si soffra di grave ipertrofia adenoidea, è sconsigliato l’utilizzo della piscina con acqua clorata. In tal caso, se si fanno esercizi nella piscina di casa si può optare per sistemi di disinfezione alternativi.

Anche chi ha problemi quali dermatiti importanti o particolari allergie che si manifestano sulla cute dovrebbe prima fare una visita medica accurata per verificare la possibilità di sfruttare a pieno i benefici della piscina e dell’acqua senza dover patire poi fastidiose conseguenze.

Il nuoto in gravidanza

ginnastica in acquaOttimo il nuoto anche in gravidanza. In questo caso i benefici sono davvero tanti perché per prima cosa si da la possibilità alla gestante di rilassarsi e di non sentire il peso del pancione, soprattutto negli ultimi mesi, ma anche perché in acqua ci si rilassa, non per niente è anche un luogo ideale per il parto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *